I Gruppi AVIS

Nel contesto AVIS di Cremona operano alcuni gruppi organizzati il cui scopo è quello di unire la propaganda ad attività ricreative parallele.

Svolgono attività coordinate e continuative il Gruppo Giovani, il Gruppo Cicloamatori, il Gruppo dei Soci Sostenitori, il Gruppo Senior ed il Gruppo Culturale.

Il Gruppo è formato da giovani che propongono il messaggio di AVIS in manifestazioni cittadine quali: mercatino del biologico, fiere, eventi in centri commerciali, manifestazioni sportive, salone dello studente… Infatti uno degli scopi primari è quello di creare un contatto attivo con la popolazione, far conoscere l'AVIS a più persone possibili e stimolare l'adesione di nuovi donatori.

Vuoi conoscerci meglio e rimanere aggiornato sulle nostre iniziative? Visita la nostra pagina Facebook!

È nato nel lontano 1977 da un gruppo di donatori AVIS con alcuni obiettivi ben precisi: propagandare il dono del sangue attraverso l’uso della bicicletta. Il gruppo è composto da donatori, ex donatori o Soci Sostenitori, che ogni anno partecipano a varie manifestazioni sportive: raduni, gran fondo e uscite programmate.
Essere un componente del gruppo cicloamatori AVIS significa continuare nella propaganda del dono del sangue, non solo andando in bicicletta, ma anche fornendo il proprio aiuto all’organizzazione delle manifestazioni di AVIS, alla Maratonina di Cremona, ai campionati studenteschi di atletica ed altro ancora.
La seconda Domenica di Settembre (da oltre 20 anni) il gruppo dei cicloamatori, supportati dall’AVIS comunale e col patrocinio dei soci sostenitori, organizza “Pedalare è bello con L’AVIS”, una manifestazione di grande partecipazione della cittadinanza Cremonese sempre vicina alla nostra associazione.

Le imprese del Gruppo Cicloamatori

Attività prevista per l'anno 2022

Il Comitato Soci Sostenitori, gruppo di lavoro all'interno di Avis Comunale di Cremona, ha come obiettivo quello di creare utili sinergie a livello propositivo e pratico-operativo con il Consiglio Direttivo, per quanto attiene alla propaganda e alla promozione di nuove iscrizioni di aspiranti donatori che di soci sostenitori.
Il Comitato nacque nel 1946, alla nascita anche de "Il dono del Sangue" ed organizza iniziative di promozione della donazione, di carattere culturale, sportivo, ricreativo, anche in collaborazione con organizzazioni di promozione sociale esterne all'Avis.
All’interno del gruppo sono attivi i Fiduciari, impegnati a svolgere un ruolo importantissimo di messaggeri della cultura della donazione nei propri luoghi di lavoro; essi rappresentano un nodo strategico della rete organizzativa dei Sostenitori.

Il gruppo è nato nel 1998 per volontà di Osvaldo Goldani per raccogliere i soci non più attivi per limiti di età. Le finalità del gruppo sono: integrarsi e collaborare alle manifestazioni ed iniziative che AVIS propone e collaborare con tutti i gruppi presenti nella Sezione, secondo le proprie abilità ed esperienze. In segno di riconoscenza AVIS comunale offre loro la possibilità di visita medica ed elettrocardiogramma.

Il gruppo culturale dell'Avis Comunale di Cremona è costituito da tutti i soci avisini che esprimano il desiderio di farne parte (a questo proposito si veda il regolamento del gruppo culturale in questo stesso sito). L’attività si basa, in parte, sull'ormai consolidato rapporto di collaborazione con l'Associazione Culturale Eridano con la quale vengono organizzati nel nostro auditorium incontri a tema, aperti alla cittadinanza e corsi di "storia dell’arte" presentati da esperti qualificati.

Tutte le attività del Gruppo culturale Avis sono visibili sul nostro giornale associativo "Il dono del sangue"

Il Regolamento è stato approvato all'unanimità nella seduta del 20 Dicembre 2015 e relativa integrazione al P. 1 del verbale 1 29 Gennaio 2016.

Regolamento Gruppo Culturale Avis

Elenco delle attività dal 2015 al 2018

Elenco delle attività dal 2010 al 2014

Eventi più significativi per l'anno 2021

Superato l'anno 2020, caratterizzato dall'esplosione della pandemia da Sars covid 2019, il Gruppo culturale Avis ha programmato per il 2021 due attività presso l'Auditorium Goldani di via Massarotti 65, aperte ai donatori ed ai cittadini, ad ingresso libero.

Interrotta momentaneamente la collaborazione con l'Associazione culturale Eridano per quanto riguarda il tradizionale Corso di storia dell'arte, per indisponibilità dell'Auditorium diventato spazio sanitario e, come tale, soggetto a sanificazione certificata in caso di eventi, si è pensato di realizzare in autonomia due performances:

- La Matalonga

Timidamente, seguendo le restrizioni numeriche imposte dalle circostanze, il Gruppo culturale Avis Cremona, ha deciso di riprendere l'attività proponendo ai soci avisini la pièce teatrale "La Matalonga". Scritto da Augusto Fioni, il testo, in dialetto cremonese, ha la sua forza negli equivoci linguistici che portano ad una serie di situazioni esilaranti e spassose. Molto ben interpretato dalla compagnia IL CANOVACCIO, ha offerto anche uno spaccato sul valore e sui modi di dire del vernacolo, ancora diffuso ed utilizzato sul nostro territorio, coinvolgendo i presenti con domande mirate.
Proposto la sera del 6 luglio 2021, è stato seguito da una cinquantina di persone, nonostante la concomitanza con la partita di calcio della nazionale italiana partecipante ai Mondiali. Un'ora piacevolissima, divertente,che ha trasportato gli spettatori in una realtà contadina fatta di ripicche, voglia di emergere, furbizia , momenti conviviali tipici delle storie dei nostri nonni.

- Auguri di Natale

In una serata di nebbia, che ha richiamato alla mente scenari padani d'altri tempi, sabato 18 dicembre 2021, presso l'Auditorium Avis di via Massarotti a Cremona, si è tenuta la serata degli auguri. Un momento di poesie in vernacolo cremonese, recitate da Milena Fantini e Giuseppe Piovani con l' accompagnamento della fisarmonica di Fabio Turchetti e delle percussioni di Gustavo Sorjan.
Alla presenza di appassionati del nostro dialetto, abbiamo assistito a scenette esilaranti tra innamorati, tra marito e moglie; allo stupore di bambini di molti anni fa di fronte ai dolcetti di Santa Lucia; alla voglia di intimità degli affetti più cari a Natale, una festa particolarmente sentita da tutti.
E ovunque freddo, neve, nebbia all'esterno e fuoco, amore, serenità negli interni evocati dalle parole e dalla musica dei protagonisti.
Una piacevole serata, dunque, per trascorrere un momento in compagnia, ancora distanziati sulle poltrone della sala, ma vicini nello spirito e nella voglia di guardare avanti.

Eventi più significativi per l'anno 2020

A causa della pandemia da Covid 19 non si è potuto organizzare alcuna manifestazione.

Eventi più significativi per l'anno 2019

Anche per lo scorso anno si sono mantenute in essere le collaborazioni con l'Associazione culturale Eridano e con il CrArt.

Ricordo che con Eridano si sono realizzati gli appuntamenti semestrali con l'arte, ospitando nel nostro auditorium gli incontri di storia dell'arte tenuti da Roberta Raimondi che nella primavera 2019 ha riguardato Leonardo da Vinci, ricorrendo il cinquecentesimo della morte con una serie di lezioni dal titolo "dagli esordi dell'ambiente fiorentino quattrocentesco fino agli ultimi epigoni lombardi".

Il tradizionale scambio di auguri natalizi tra AVIS e Associazione Eridano si è tenuto venerdì 13 dicembre presso la Cascina Bugatti, gentilmente concessa dal Comune di Gerre de' Caprioli dove è stato allestito una spettacolo dal titolo "Dò ciacère e n po' de musica 'n de la fumàana", che, nato da un'idea di Sergio Menta e Vittorio Cavaglieri e coordinato da Gianluigi Varoli ha visto in scena Milena Fantini e Beppe Piovani, accompagnati dai canti popolari del Gruppo di canto popolare di Cremona diretto da Simona Maffini. Nell'occasione sono stati letti brani di alcuni dei più noti poeti dialettali cremonesi. Lo scambio di auguri si è concluso con un brindisi e uno spuntino offerti dagli Amici di Gianni e Massimiliano; associazione con la quale da anni sono in corso diverse collaborazioni.

Con CrArt, visto il positivo risultato delle esperienze precedenti, si sono organizzate due visite guidate al Museo Verticale, allestito all’interno del Torrazzo. Partendo dall'esterno della grande Torre, si è potuto effettuare un percorso in salita dedicato alla misurazione del Tempo: un affascinante progetto diventato realtà all'interno delta torre campanaria, simbolo stesso della città. Dopo aver superato i 502 gradini si è raggiunta la terrazza dalla quale si è potuto godere di una vista straordinaria della città e del circondario e, magari lasciare andare lo sguardo ed il pensiero oltre il tempo.

Si erano già pensate alcune iniziative per il corrente anno che a causa dell’insorgere della pandemia di Codiv19 abbiamo, purtroppo dovuto rinviare come ad esempio la visita guidata alla mostra 'Orazio Gentileschi. La fuga in Egitto e altre storie'’ già prevista presso il Museo Civico Ala Ponzone" per la scorsa primavera e che sarà aperta al pubblico dal prossimo ottobre. Vedremo come organizzarci.

Un’ altra iniziativa che avrebbe visto il nostro auditorium trasformato in teatro era quella di rappresentare in questa sede lo spettacolo LA MATA LONGA, sempre in dialetto cremonese, allestito dalla compagnia del Canovaccio di Cremona. Anche in questo caso vedremo se sarà possibile realizzare l’iniziativa il prossimo anno.